HoCare 2.0, le imprese vincitrici e i servizi innovativi per over 65

Mercoledì 13 Gennaio 2021

Tre le PMI selezionate dal bando del progetto europeo per nuove soluzioni di assistenza domiciliare. Un’App disponibile su mobile per la stimolazione cognitiva a domicilio, per aiutare anziani con demenza lieve; un orologio e altri strumenti per il monitoraggio a distanza dei parametri vitali e di eventuali emergenze per over 65; e ancora, una piattaforma informatica per la digitalizzazione di tutte le cartelle cliniche e di tutte le prestazioni domiciliari.

 

Tre sono i servizi innovativi selezionati tra le risposte alla manifestazione di interesse lanciata nell’ambito di HoCare 2.0, il progetto europeo per soluzioni all’avanguardia di assistenza domiciliare rivolte a over 65 e coprogettate con imprese, operatori sanitari, pazienti. 

 

L’istruttoria del bando Hocare 2.0 è dunque terminata e sono state selezionate le tre imprese vincitrici: una per la Misura A - che mirava al mantenimento delle capacità cognitive in soggetti over 65 caratterizzati da demenza lieve - e due per la Misura B, incentrata sul monitoraggio a distanza e in continuo di parametri vitali, e/o di eventi specifici di soggetti anziani, con trasmissione dei dati a distanza.

 

Le imprese selezionate.

MISURA A - IDEGO Srl ha proposto la fornitura di tablet e di un applicativo che consenta la stimolazione cognitiva a domicilio degli over 65: l’azienda renderà disponibile infatti il proprio CEREBRUM – Virtual Cognitive Rehabilitation (una App di Riabilitazione Cognitiva in Realtà Virtuale Immersiva) anche come software di teleriabilitazione.

In questo modo, grazie a immagini e video per visori VR, paziente e riabilitatore potranno esplorare ambienti a 360° - un esercizio di stimolazione cognitiva che ha già mostrato i suoi vantaggi - insieme, nello stesso momento, ma a distanza.

 

MISURA B - CASASICURA Srl ha proposto orologi (un modello già referenziato a livello internazionale per le funzionalità di teleassistenza e di monitoraggio dell’attività fisica), oltre a sfigmomanometri, plussiossimetri e termometri come strumenti di controllo a distanza dei parametri degli anziani assistiti, progettando anche una centrale operativa h24 per la ricezione dei dati raccolti e di eventuali segnalazioni di allarmi.

 

MISURA B - MEDNOTE Srl, infine, ha proposto un sistema informatico a uso integrato tra specialista e assistente domiciliare, che consente digitalizzazione e recording dei dati clinici e di tutte le prestazioni domiciliari, così da poter tenere traccia e da integrare nelle cartelle cliniche anche le prestazioni effettuate e i dati raccolti fuori dagli ambiti di cura tradizionali.

 

Informazioni: Progetto HoCare 2.0  

Presentazione https://youtu.be/uVF0r8ro2yo