Comunicare per coprogettare: gli strumenti per i laboratori

Martedì 23 Agosto 2016

Dato il carattere sperimentale del progetto CREW e il tempo limitato a disposizione, è emersa la necessità di una attività di supporto ai Laboratori, per favorire la partecipazione, la circolazione delle informazioni, la condivisione dei processi di elaborazione dei concept.


Il primo strumento messo in campo è il sito, aperto solo ai partecipanti, all’Advisory Board, alla Cabina di Regia. Triwù si è assunta il compito di gestire la redazione del sito, nella consapevolezza che i partecipanti non avrebbero avuto il tempo di produrre in autonomia testi e relazioni. 


Il sito privato è strutturato seguendo l’impostazione organizzativa del progetto, ovvero sono state pensate sei sezioni:

  • Lo spazio di co-produzione della conoscenza, per ospitare contributi trasversali a tutte le aree tematiche
  • Disabilità neuromotorie pediatriche
  • Pratica motoria e disabilità
  • Integrazione scolastica e autismo
  • Ambienti di vita per una nuova autonomia
  • Ambienti di vita per mantenere l’autonomia.

Ogni sezione prevede una parte dedicata agli articoli, una parte dedicata alla pubblicazione dei contributi, un calendario per gli appuntamenti. Si è deciso di pubblicare sul sito i report di tutti gli incontri, i materiali di approfondimento prodotti dai partecipanti, le segnalazioni di eventi e bandi di interesse per i Laboratori. Ogni incontro, dal kick off del 31 marzo 2015 alla conclusione della prima fase, con l’incontro del 5 febbraio 2016, è stato videoregistrato e i video sono accessibili dal sito. I partecipanti hanno contribuito all’arricchimento del sito, con contributi, segnalazioni, materiali, ricerche.

La puntuale raccolta di tutta la documentazione di progetto - testi, video, contributi aggiuntivi - ha consentito di tenere il passo anche ai partecipanti che non avevano potuto intervenire agli incontri. Ha consentito inoltre, e questo avverrà anche in futuro, di mettere a disposizione delle new entry (persone cooptate nel progetto perché portatrici di competenze necessarie, e non previste in una fase iniziale) la documentazione di tutto il lavoro svolto, in tutti i Laboratori. Questo sforzo di documentazione, sia facendo sintesi con i report, sia lasciando la possibilità di ri-vedere i video di tutti gli incontri, senza il filtro del montaggio, ha salvaguardato il processo di coprogettazione, evitando la penalizzazione e il deficit informativo per gli assenti o per le persone intervenute successivamente nei gruppi di lavoro.

Sempre in questa prospettiva, in alcuni momenti, ma soprattutto nella fase iniziale, si è deciso di sollecitare le persone che non avevano potuto partecipare agli incontri, attraverso lunghe telefonate, che in molti casi sono state fruttuose. Questo è stato possibile perché gli assenti potevano leggere i report degli incontri, ed elaborare osservazioni e commenti, poi condivisi attraverso report di integrazione.
Quando si è passati all’elaborazione dei testi per definire i piani di progetto, sono stati attivati degli spazi di condivisione (es. Google Drive), dove i partecipanti potevano trovare tutti i documenti sui quali intervenire.

Il sito è stato poi affiancato da una newsletter, inviata a tutti i partecipanti per segnalare l’evoluzione dei Laboratori e i materiali prodotti e pubblicati. Al termine della prima fase, dedicata all’elaborazione dei concept e dei piani di progetto, è stato realizzato il sito pubblico, sulla base di un progetto editoriale originale rispetto all’impianto organizzativo di CREW.