tag: laboratori - Progetto CREW

Siamo alle soglie della conclusione della seconda fase del progetto CREW, che ha visto il rafforzamento dei piani di progetto elaborati dai cinque Laboratori, composti da professionisti di diversi settori: ricerca e clinica, terzo settore, aziende, formazione e policy maker.

 

La scelta di affrontare il tema della disabilità neuromotoria pediatrica nell’ambito del progetto CREW scaturisce dalla valutazione di alcune emergenze e criticità rispetto al tema, successivamente confermate dal gruppo di lavoro nella prima fase del progetto.

Uno degli ambiti di intervento del progetto CREW è laprogettazione e la realizzazione di servizi e prodotti “tecnologici” destinati a favorire il mantenimento dell’autonomia delle persone anziane, all’interno della propria abitazione. In una prima fase di lavoro, il Laboratorio si è concentrato sulla definizione del bisogno in questo contesto tematico.

Dato il carattere sperimentale del progetto CREW e il tempo limitato a disposizione, è emersa la necessità di una attività di supporto ai Laboratori, per favorire la partecipazione, la circolazione delle informazioni, la condivisione dei processi di elaborazione dei concept.

L’obiettivo sotteso al progetto CREW è quello di riuscire ad individuare soluzioni tecnologiche che possano contribuire a migliorare la qualità della vita di persone con disabilità. Partendo da questo presupposto è stato necessario definire nello specifico a quali tipologie di disabilità si intendeva fare riferimento, per circoscrivere gli ambiti di lavoro dei diversi tavoli di coprogettazione.