La storia di Andrea Stella: la vela per tutti

Martedì 04 Ottobre 2016

Andrea Stella ha progettato un catamarano completamente accessibile, che consente a persone con mobilità ridotta di gestire la barca in autonomia. Un esempio di universal design che gli ha consentito di ricominciare a praticare, dopo un incidente, il suo sport preferito.

 


"Se si può progettare una barca per tutti, si può anche progettare una città per tutti": questo l'invito di Andrea Stella che, dopo aver riportato una grave lesione spinale che ha compromesso la sua attività motoria, costringendolo su una sedia a rotelle, ha progettato un catamarano accessibile a tutti.
Stella, con la sua associazione Lo Spirito di Stella, è impegnato in campagne di sensibilizzazione per l’abbattimento fisico e culturale delle barriere architettoniche anche attraverso incontri pubblici. Nell'intervista ribadisce con forza l'importanza dello sport per le persone con disabilità. "Vanno sostenute le realtà che facilitano l'avvicinamento allo sport, eliminando le barriere e garantendo pari opportunità per tutti. Lo spor va diffuso come pratica non solo riabilitativa ma anche in chiave aggregante e ludica".