tag: disabilità - Progetto CREW

Quattordici iniziative imprenditoriali, quattordici team, quattordici prodotti/servizi pensati per migliorare la vita di persone con disabilità, dei care giver, delle famiglie. Il 18 ottobre, il confronto finale: sei team saranno proclamati vincitori. 

NEW: Prorogata la deadline a giovedì 17 ottobre ore 18.00

Fondazione Accenture, in partnership con Jobmetoo e Make a Cube, apre un bando per promuovere l’integrazione di persone con disabilità nell’ambiente lavorativo. More Than Dis prevede contributi per 80.000 euro e percorsi formativi e di incubazione. 

 Nel libro di Simonetta Agnello Hornby troviamo il punto di vista del figlio George, affetto da sclerosi multipla, sulle barriere architettoniche e sui dispositivi per favorire l’autonomia. Il libro, del 2017, è un racconto autobiografico di Simonetta Agnello Hornby sul rapporto suo e della sua famiglia con la disabilità e con le persone che hanno una disabilità.

Continua il percorso in programma per la valutazione delle candidature presentate in risposta alla cariploCREW Call. Il primo passo è la selezione dei progetti che sono ammessi alla giornata del 12 luglio: sono stati scelte ventinove iniziative imprenditoriali che si presentano al Comitato e agli esperti. 

ATTENZIONE: visto l’interesse suscitato dal bando anche negli ultimi giorni, si comunica che la candidatura delle Iniziative Imprenditoriali alla cariploCREW Call potrà essere presentata fino al 1 luglio 2019.

 

Sono arrivate parecchie domande sulla partecipazione alla CREW Call. Qui trovate le risposte. In caso di dubbi, scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il 20 febbraio, presso lo Spazio Vita Niguarda Onlus, un incontro sugli strumenti tecnologici e relazionali e sulle soluzioni di adattamenti ragionevoli che è possibile attivare per permettere al lavoratore e all'azienda di continuare il loro rapporto.

 

Il vincitore di “Open 2016 Progetti innovativi di Audience Engagement”, finanziato da Compagnia di San Paolo, è un progetto che utilizza la stampa 3D per migliorare l'accessibilità e la percezione delle opere d'arte.

OSO - Ogni Sport Oltre è il bando indetto da Fondazione Vodafone con l'obiettivo di avvicinare le persone con disabilità allo sport. Sono stati stanziati complessivamente 2 milioni di euro.

 

Il 3 dicembre è la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità. A partire dal 29 novembre e fino al 3 dicembre, in collaborazione con Associazioni, Cooperative, Istituzioni e realtà del Terzo Settore il Comune di Milano propone le Giornate della Disabilità.

 

La Provincia di Monza e della Brianza ha selezionato una serie di progetti finalizzati al sostegno delle imprese per il mantenimento lavorativo di persone con disabilità a seguito dell'insorgere di malattie neurodegenerative e con il verificarsi di situazioni invalidanti.

 

Presentata alla Maker Faire di Roma, nell’ambito del contest MakeToCare, promosso da Sanofi Genzyme, è arrivata in finale. Il suo ideatore, Fabrizio Alessio, è alla Torino Mini Maker Faire e racconta a CafèTriwù dove è arrivata la carrozzina opensource.

Prima Conferenza Internazionale, promossa dalla Lega del Filo d’Oro insieme a Taylor and Francis Group; Roma, 4-6 Ottobre 2017

 

L'inclusione sociale delle persone con disabilità passa anche dal linguaggio utilizzato per rappresentare loro e i loro bisogni.

 

Fare sport contribuisce al benessere e soprattutto è una forte leva di inclusione sociale. Questo l'assunto principale dal quale è partito il laboratorio Pratica Sportiva e Disabilità del progetto CREW. Assunto confermato da tre grandi sportivi paralimpici che abbiamo intervistato: Giusy Versace, Martina Caironi e Alvise De Vidi.

Andrea Stella ha progettato un catamarano completamente accessibile, che consente a persone con mobilità ridotta di gestire la barca in autonomia. Un esempio di universal design che gli ha consentito di ricominciare a praticare, dopo un incidente, il suo sport preferito.

 

Una vita “normale”, un lavoro, un marito, l’attesa di un figlio. Ma dopo il parto succede qualcosa: la bimba sta bene, ma la mamma è immobile. Poi la rieducazione, e lo sport. Romina Modena racconta la sua storia.

Uno degli ambiti di intervento del progetto CREW è laprogettazione e la realizzazione di servizi e prodotti “tecnologici” destinati a favorire il mantenimento dell’autonomia delle persone anziane, all’interno della propria abitazione. In una prima fase di lavoro, il Laboratorio si è concentrato sulla definizione del bisogno in questo contesto tematico.

È indubbio che la tecnologia abbia contribuito e contribuisca tutt’oggi all’evoluzione e al benessere degli individui e della collettività: grazie all’innovazione tecnologica possiamo controllare, adattare e migliorare il contesto nel quale viviamo.