tag: pratica motoria - Progetto CREW

Una studentessa in tesi del corso di laurea in Scienze e Tecniche delle attività motorie preventive e adattate dell’Università di Pavia sta cercando persone disposte a partecipare alla sua ricerca, frequentando al La palestra dei fighters online.

Il progetto ha come obiettivo quello di studiare l’effetto dell’utilizzo della respirazione diaframmatica (metodo yogico pranayama) durante lo svolgimento dell’esercizio fisico adattato sulla variabilità della frequenza cardiaca (HRV) e il livello di stress della persona con epilessia al fine di ridurre la frequenza delle crisi agendo su questi fattori di rischio.

Per partecipare bisogna iscriversi entro venerdì 11 febbraio 2022.

 

Domenica 30 maggio alle ore 10.00 presso la riva di Cernobbio (CO) si terrà la tradizionale processione via Lago. Nell’occasione una squadra di subacquei con disabilità si immergerà per depositare una corona di fiori ai piedi della "Signora del Lago". Luogo di appuntamento Villa Pizzo

Il Fondo unico a sostegno del potenziamento del movimento sportivo italiano istituito presso l'Ufficio per lo sport della Presidenza del Consiglio dei ministri ha tra le sue finalità il finanziamento di progetti per incentivare l'avviamento all'esercizio della pratica sportiva delle persone disabili mediante l'uso di ausili per lo sport. Dal 11 gennaio 2021 le Società e/o le Associazioni Sportive Nazionali possono richiedere risorse finanziarie necessarie per l’acquisto di ausili

 

AUS Niguarda promuove la “Festa dello sport - un lago di emozioni, operazione fondali puliti”; la manifestazione si terrà a Cernobbio, sul lago di Como, dal 16 al 18 giugno.

Tra i concept finanziati nel progetto CREW, una carrozzina manuale multifunzionale con trazione agevolata, possibilità di cambio di assetto, e munita di sensori di utilizzo.

Fare sport favorisce il benessere fisico, l’autostima, il confronto con i propri limiti, ma anche le relazioni sociali. E questo vale per tutti, quindi anche per le persone con disabilità.

L’attività motoria risulta utile al mantenimento dello stato di salute della persona con disabilità, alla sua autonomia e alla riduzione dei costi diretti ed indiretti legati alla vita sedentaria. Come favorire l’accessibilità e la diffusione dell’attività fisico-sportiva? Un intervento del Dottor Luciano Bissolotti.